Sign up with your email address to be the first to know about new products, VIP offers, blog features & more.

La Flessibilità Nella Gestione Delle Risorse

Il concetto di flessibilità (dal lat. tardo Flexibilitas-atis) come di un qualcosa di poco rigido, poco sicuro e mutevole, porta spesso fuori strada quando si parla di gestione, soprattutto se ci si accosta al ruolo di manager.

Allora vale la pena mettere in luce due diversi aspetti della flessibilità nella gestione delle risorse: un lato sano grazie al quale la risorsa può e deve esprimersi prima di tutto come individuo e un lato rischioso che può portare la persona in una sorta di ambiente indefinito privo di riferimenti, nel quale la sua identità tenderebbe alla dispersione.

Il primo aspetto, quello positivo ed arricchente, si esprime nella qualità manageriale di essere flessibili alle esigenze dell’individuo, capace di intuirne le richieste e i bisogni.

Questa modalità di elasticità permette anche di non irrigidirsi nel ruolo di manager, diventando così capaci di mettersi nei panni della risorsa, in modo da interagire con efficacia soprattutto in situazioni di complessità.

Questa capacità aiuta il manager a comprendere maggiormente il significato che la realtà assume per la risorsa in questione, significati che in moltissime occasioni non sono simili a quelli del mondo manageriale.

Tutto questo diventa fondamentale per una idonea ed efficiente comunicazione, la quale, come sappiamo, si basa su messaggi e diversi significati che essi assumono per ciascun partecipante al dialogo.

Il secondo aspetto della flessibilità, quello più pericoloso, è la totale perdita della capacità manageriale di essere un punto di riferimento per la risorsa. Bisogna considerare che le persone, dopo un primo periodo di adattamento, iniziano a voler uscire dalla interdipendenza dal proprio referente, per mettere in pratica il processo di empowerment (conquista della consapevolezza di sé e del controllo sulle proprie scelte, decisioni e azioni, sia nell’ambito delle relazioni personali sia in quello della vita politica e sociale).

Egli è di conseguenza più esposto a pericoli, errori, ed è proprio in questo momento che inizia l’importanza della relazione tra manager e risorsa.

Il Manager deve essere capace di comprendere, sostenere e rassicurare la risorsa nella esplorazione del nuovo e allo stesso tempo facilita la sua crescita e la costruzione della sua identità. La personalità e la creatività (immaginazione, idee e innovazione) dell’individuo vanno gestite e maneggiate con cura per evitare dispersione e perdita di motivazione.

Ma cosa aiuta ad evitare la dispersione della creatività della persona? L’essere per la risorsa un punto di riferimento. Capitano mio capitano, ricordate? Gli individui hanno necessità di riconoscere nel punto di riferimento, quel soggetto che agisce nell’interesse della sua crescita e formazione. L’autorevolezza rappresenta la vera capacità di generare una sana e coerente relazione all’interno della comunità di riferimento. A differenza dell’autorevolezza, l’autorità origina malessere, demotivazione, ansia sino a portare a una vera e propria svalorizzazione del proprio potenziale e del proprio senso di identità.

La flessibilità di un manager e lo sforzo per perpetuarla crea le condizioni per far rispettare le regole e i divieti con spiegazioni e motivazioni coerenti e accettate incondizionatamente dalla comunità, sempre restando coerenti, assicurando così una crescita sana.

Questa capacità di flessibilità manageriale, oltre alla funzione di permettere la formazione dell’identità dell’individuo, ha anche la caratteristica di rassicurare le persone di vivere in un contesto di regole chiare.

Egli sente infatti che il manager capace di imporgli dei limiti, stabilendo uno spazio e un insieme di regole all’interno delle quali poter agire, sarà anche in grado di difenderlo da attacchi esterni, proprio perché è il garante dei confini stabiliti.

Le persone opereranno in un contesto flessibile ma resistente, definito e con regole chiare, dove poter operare liberando la propria creatività sapendo di essere sempre circondato da un’atmosfera di rispetto e comprensione.

 

 

 

 

 

share

No Comments Yet.

What do you think?

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Facebook

LinkedId